Energia vitale

L’energia è l’elemento principale più diffuso, tutto è composto da energia, sia gli oggetti inanimati, sia gli esseri viventi. L’Universo è composto principalmente da fotoni e da essi derivano gli elettroni che compongono gli atomi. L’insieme di questi atomi formano onde elettromagnetiche. Sia che noi osserviamo al microscopio un oggetto inanimato, sia che osserviamo un essere vivente, notiamo un micro movimento, una frequenza che se interpretata trasmette informazioni. L’energia di cui siamo composti, dunque, è una particolare frequenza vibratoria che determina il nostro stato di benessere o malessere. E’ sempre più diffusa la convinzione che ogni problematica psico-fisica sia il risultato di un disequilibrio emotivo, quindi energetico e quest’ultimo è causato, come sosteneva E. Bach, dalla presenza di un conflitto tra la volontà dell’Ego e la volontà dell’Anima. E’ qui che entra in gioco l’importanza della consapevolezza emotiva, quindi del consapevole equilibrio energetico in ogni persona. I Fiori di Bach o altre tecniche che agiscono su un livello energetico-vibrazionale sono un ottimo strumento al fine di ri-equilibrare le frequenze disarmoniche, spesso causate da reazioni inconsapevoli invece che azioni consapevoli. Teniamo conto che la nostra mente è per uno scarso 10% parte razionale, mentre per il restante 90% è inconscio. Quando la nostra parte razionale si intestardisce su un obiettivo che non corrisponde anche alla meta dell’Anima, ecco che emerge il conflitto, quindi una frequenza energetica disarmonica da cui nascono le problematiche, quelle che noi chiamiamo disturbi o malattie. L’ Anima, secondo il dottor E. Bach, ha ben chiara la meta che in questa vita vuole raggiungere per poter proseguire nella sua evoluzione, ma spesso l’Ego si contrappone per paure, condizionamenti, percezione di separazione e credenze depotenzianti. Il conflitto emotivo ed energetico che si viene a creare produce una frequenza vibrazionale energetica disequilibrata che crea disarmonie a livello fisico e psichico. Ciò che dobbiamo sempre ricordare è che ogni malessere, lieve o grave che sia, è il tentativo dell’Anima di comunicare con la nostra parte razionale che si è intrapresa una scelta e quindi uno stile di vita non conforme alla volontà stessa dell’Anima. Per Freud, il lapsus era il tentativo di elaborazione di un’ informazione inconscia. Applicando questa dinamica alle manifestazioni patologiche e utilizzando la psicosomatica, che ci indica la simbologia dei vari apparati e organi, oltre al tener presente che il corpo non può mentire, avremo una dettagliata mappatura della simbologia che utilizza l’Anima, attraverso l’inconscio, per comunicare con la parte razionale per venir a capo della causa del problema manifestatosi nel corpo. Contrariamente, se ci concentrassimo solo sulla risoluzione dell’effetto, agendo solo sul sintomo per far cessare l’effetto, otterremo solo lo spostamento e in alcuni casi l’aggravamento del disturbo. Il corpo non mente e come tutto nella vita è fortemente soggetto alla legge Universale di causa-effetto. L’energia e il suo equilibrio è dunque un elemento fondamentale che muta e influisce, ma vista la sua “invisibilità” non viene presa in considerazione né dalla medicina, né dalla consapevolezza delle persone in genere.