Come riprodurre e usare l’acqua diamante

Procuratevi un flacone di 100 ml. minimo di acqua diamante, in una bottiglia vuota che riempirete con acqua minerale o con acqua di sorgente a vostra scelta, per ottenere un litro di acqua diamante dopo un’ora o due di attesa. Essa servirà da bevanda quotidiana per tutta la famiglia con il suo consenso, naturalmente. Per precauzione, ritiratene sempre una matrice di 100 ml. minimo in un flacone di vetro. Per l’acqua diamante moltiplicata, potete metterla in bottiglie di plastica ma cercate di usarla in 7 giorni. La quantità da assumere ogni giorno è secondo il desiderio di ciascuno. Quest’acqua intelligente si adatta perfettamente ai bisogni di chi la usa e non creerà mai degli inconvenienti, né delle crisi di eliminazione insopportabili. Può essere messa pura sugli occhi o sulle parti sensibili senza danno, anche nelle compresse o mescolata ad una pomata, con delle intenzioni se possibile. Qualche goccia sullo spazzolino da denti con il dentifricio pulisce e sbianca i denti. E’ cicatrizzante, antiinfiammatoria, disinfettante a seconda di ciò che le si chiede o trasmette. Dalla vostra bottiglia di acqua diamante che voi riempite nuovamente man mano che si vuota, ne togliete un minimo di 100 ml., ma può essere di più, che versate in una seconda bottiglia vuota riempendola fino ad un litro, questa volta con acqua del rubinetto. Sempre dopo il tempo di attesa, avrete un’acqua diamante fatta con l’acqua della città, e con questo litro ne potrete fare altri 10, ecc. Essa potrà servire per cuocere gli alimenti, fare il thè, il caffè, per l’acquario o da bevanda per gli animali domestici o della fattoria. Potete versarne un litro nell’acqua del bagno e mettervi le vostre intenzioni. Così come negli umidificatori, evaporata nell’aria, ne eleva la coscienza. Per coloro che vi metteranno delle intenzioni, è sufficiente concentrarsi e dirle ad alta voce. Tutto questo ad ogni presa tenendo il bicchiere di acqua diamante in mano. Queste intenzioni possono essere registrate nell’acqua diamante ad ogni presa per diversi giorni, o per più settimane a seconda dell’importanza e della durata del problema da risolvere. Potete aggiungere un’intenzione precisa per dare sollievo ad un male passeggero, per placare una collera, per pulire i chakra. Bisogna sapere che i problemi di ordine fisico sono il risultato finale di tutto un insieme di disarmonie nei pensieri, nelle emozioni, nell’alimentazione, negli eccessi, nello stress. Quindi prima che si produca un miglioramento sensibile, si dovrà considerare una presa di coscienza. Quando non comprendete alcune cause, e la confusione ed il dubbio persistono, chiedete all’acqua diamante la lucidità ed il discernimento. Mettete delle intenzioni per conoscere e concretizzare le capacità dell’anima, per armonizzare una relazione o semplicemente per trovare un lavoro o una casa. Tenete con voi sempre un flacone contagocce. Quando siete via potrete metterne qualche goccia nelle diverse bevande con delle intenzioni silenziose per digerire bene ed annullare gli effetti nocivi degli alimenti e delle bevande chimiche. In effetti, tutto ciò che non è naturale muore sotto l’azione dell’acqua diamante.  Soprattutto a chi è possibile versarla nel mare, nei fiumi o laghi. Quest’acqua evaporerà allora nelle nuvole ed irrorerà la Madre Terra con sua grande gioia. Se dite che amate quest’acqua, in piedi nel vostro cuore, sentirete un’energia femminile, materna, che verrà ad avvilupparvi ed andrà veramente ad agire dove voi vorrete. E’ inutile mettere un gran numero di intenzioni. Per esempio se voi soffrite di asma mettete una richiesta tipo: “Chiedo che la mia asma guarisca, che i miei polmoni si ristabiliscano”” Fatela come la sentite, al momento. E se, in coscienza, nel frattempo c’è una piccola collera causata per esempio da un piccolo rancore, un rapporto che va male, bene, voi potete anche mettere la richiesta di migliorare questo rapporto, la richiesta anche di prendere coscienza degli schemi, delle memorie che bloccano questa relazione, o quelle che bloccano le vostre entrata finanziarie, il vostro desiderio di traslocare o di cambiare professione.