ttt11

Tutto è energia e questo è tutto quello che esiste. “Sintonizzati” alla frequenza della realtà che desideri e non potrai fare a meno di ottenere quella realtà (Albert Heinstein). L’energia è vibrazione e i nostri sensi percepiscono solo una piccolissima parte di questa vibrazione. L’energia segue il pensiero: essa può essere diretta consapevolmente e andrà la dove focalizziamo il nostro pensiero provocando un cambiamento dell’energia e della sua qualità. Questo pensiero appartiene a tutte le scuole di guarigione, alla magia, alle arti marziali ecc. Vibrare vuol dire cambiamento: è il cambiamento che rende la vita interessante anzi, il cambiamento è vita.

  • Circolarità: L’energia si muove circolarmente e quello che emaniamo ci ritorna. Se emaniamo amore ci ritorna amore. 
  • Attrazione e risonanza: Il simile attrae il simile, ovvero le persone attraggono a se stesse altre persone con la stessa linea di pensiero. Ciascuna persona possiede nel suo corpo una specie di diapason che entra in risonanza con gli altri e con gli oggetti. Se diventiamo sensibili a questo aspetto risonante possiamo sentire quali dinamiche energetiche sono presenti nella persona con cui stiamo interagendo.
  • Induzione: L’energia è anche induttiva, lo possiamo sperimentare, ad esempio, quando ci troviamo nella natura e ci sentiamo da essa nutriti e calmanti.
  • Legge dell’uguaglianza tra gli opposti, il macrocosmo nel microcosmo: Si può definire con la frase di Ermete Trismegisto “Come in alto così in basso”. Il macrocosmo si riferisce al tutto e il microcosmo è una parte del tutto che però a sua volta riproduce in piccolo il tutto. Per la filosofia ermetica, ad esempio, il microcosmo era costituito dall’uomo mentre l’universo definiva il macrocosmo. Questo concetto nel concreto, rimanda alla visione unitaria e interconnessa del sapere.