Energia e salute

La salute non è tutto, ma senza la salute il tutto è nulla. La mancanza di armonia, stress, depressione, solitudine, tensioni emozionali, delusioni, ecc… indeboliscono il sistema immunitario del corpo umano e possono portare all’insorgere di diverse malattie fisiche e mentali. Invece, l’armonia, serenità, rilassamento gioia e soddisfazione, rinforzano le nostre difese e aiutano a prevenire malattie e accelerare il processo di guarigione. Lo stato mentale ha infatti un impatto importate sullo stato fisico della persona in quanto il cervello ha la capacità di influenzare il sistema ormonale. L’uomo deve godere di buona salute se vuole raggiungere i suoi scopi, se desidera percorrere il suo cammino evolutivo. La salute, quindi, è di estrema importanza nella nostra realtà fisica ed è un mezzo per conoscere la bellezza dell’esistenza. Qualunque sia lo scopo che ci prefiggiamo nella nostra vita, è certo che per riuscirci dobbiamo essere in grado di sostenere lo sforzo necessario. Ogni impegno richiede energia, qualsiasi cosa pensiamo o facciamo, richiede energia vitale. Il concetto che la salute sia una cosa imprevedibile, un dono di Dio, un bene che si ha o non si ha, ci ha tenuti imprigionati da sempre e ha ostacolato l’espressione delle nostre forze interiori guaritrici. Fin da quando siamo piccoli la società, le istituzioni, i poteri occulti e a volte anche i genitori, fanno in modo di tarparci le ali dell’immaginazione e della libertà in modo da indurci a rientrare in schemi di pensiero prestabiliti e convenzionali ad essere così più facilmente manovrabili e ubbidienti. Cercano così di instaurare nella nostra mente un senso di inconsapevolezza e sfiducia verso i nostri sensi, la nostra immaginazione, la nostra capacità di prenderci cura di noi. Gli individui liberi, che riflettono, che pensano con la propria testa, sono considerati modelli temibili e vanno arginati al più presto. Fino a oggi, quando non ci si sentiva bene era naturale rivolgersi al medico, divenuto responsabile del nostro corpo. Le cose stanno per fortuna cambiando e si è fatta strada, grazie alla riscoperta delle medicine e terapie naturali e delle filosofie orientali, il pensiero che siamo invece noi, in prima persona, i veri artefici del nostro star bene, che abbiamo dentro di noi immense capacità psichiche di autoguarigione e quindi possiamo riprendere in mano le fila della nostra salute. Ormai da anni non esiste la malattia, ma esistono le persone malate che devono essere trattate come individui completi, in base alla loro costituzione, età, sensibilità emotiva e stato mentale.